fbpx
Notizie

Search Our Site

facebook

+39 392 5771983

Mercoledì, 11 Marzo 2020 19:50

VINITALY: Ufficiale l'annullamento del 2020

|| || ||


FIVI CHIEDE DI RIMANDARE VINITALY


La Federazione Italiana dei Vignaioli Indipendenti chiede di posticipare al 2021 la famosissima fiera dei vini e distillati, le motivazioni:

"La difficile situazione sanitaria ed economica, sta profondamente colpendo gli animi di tutti i cittadini italiani. Nel caso specifico di noi Vignaioli, essendo immutato il nostro impegno in vigna, giorno dopo giorno sentiamo mancare il sostegno economico di un comparto, vitivinicolo, agricolo e agrituristico, che si è completamente fermato.
vinitaly 1
Molte aziende vitivinicole sono ormai multifunzionali e spesso la parte turistico-ricettiva riveste un ruolo molto importante all'interno dei nostri bilanci. Di fronte al crollo delle presenze turistiche, che colpisce ovviamente anche la vendita dei prodotti quali vino e olio, ci chiediamo tutto quale stagione ci aspetti e se, in un prossimo futuro, saremo in grado di recuperare prenotazioni, presenze e guadagni.

Il sostegno tra colleghi, oggi più di sempre è importante ma il supporto da parte delle istituzioni è insostituibile.

A nome dei Vignaioli Indipendenti della Toscana chiediamo in particolare informazioni e un impegno concreto per:

- Il sostegno economico alle imprese vitivinicole, agricole ed agrituristiche sia in modo diretto, sia in modo indiretto con il blocco di mutui, tasse, esecuzione delle cartelle e così via, sostenendo anche l’occupazione con, per esempio, l’estensione della cassa integrazione ai dipendenti avventizi, tanto importanti per il settore agricolo.

- La possibilità di continuare il lavoro agricolo anche in situazione di emergenza sanitaria ancor più grave, essendo le nostre attività INDIFFERIBILI per loro stessa natura, non solo ma anche continuando a consentire la mobilità degli addetti dalle loro abitazioni alle aziende, non sempre collocate nel medesimo comune.
vinitalyVoci circolano sulla prossima uscita di un DPCM che stanzi fondi e preveda agevolazioni, sgravi, contributi per tutto il settore turistico che più di altri ha sofferto gli effetti di questo virus. Il precedente decreto, limitato alle prime zone rosse, era ambiguo in questo senso, lasciando ad interpretazione il significato del termine impresa turistica, dai più limitato quindi alle sole imprese con codice ATECO turismo ed escludendo quindi gli agriturismi, che rientrano nella invece attività agricola. Riteniamo che gli agriturismi, stiano soffrendo del calo di prenotazioni e delle cancellazioni così come tutte le altre attività e che pertanto, debbano essere parimenti tutelate.
2017 01 26 fc23b3968a83a630046e71140c7bdb3a
Al contempo si chiede di valutare il sostegno per le produzioni vitivinicole e agricole la cui crisi sta montando continuamente e si farà a breve gravissima, non solo per vendite future ma anche perché si profila il blocco degli ordini già evasi, a causa della comprensibile mancanza di liquidità da parte di distributori, ristoratori e clienti in generale.

Dal punto di vista dell’emergenza sanitaria, come Vignaioli siamo pronti ad affrontare la presente situazione con la massima responsabilità, cercando di attuare tutte le possibili misure di precauzione durante le attività lavorative, all'interno delle nostre aziende, al fine di ridurre al minimo i possibili contatti tra i lavoratori, contribuendo a ridurre la diffusione del virus.

vinitaly 2015 programmaRibadiamo: per la tenuta di questo nostro settore è fondamentale non bloccare totalmente le attività lavorative, specialmente adesso che la primavera sta arrivando, col suo carico di impegni in vigna, non rimandabili. Chiediamo quindi che, qualora la situazione epidemiologica o i comportamenti dei cittadini richiedessero l'introduzione di misure ancora più severe di quelle attuali, sia comunque garantita per le aziende vitivinicole la possibilità di svolgere almeno le lavorazioni urgenti e da effettuarsi tempestivamente, senza le quali la produzione annuale potrebbe essere compromessa.

Certi della comprensione dell’importanza collettiva di garantire la sopravvivenza del nostro settore, ringraziamo per l'attenzione."

Il Consiglio dei Vignaioli Toscani Indipendenti
Ettore Ciancico - Presidente
Fabrizio Forconi
Gregorio Galli
Caterina Gargari
Alison Hodder
Michele Ranieri
Cristina Ropolo
Edoardo Ventimiglia

 

 
logo

Il nostro sito web utilizza cookie per fornire i servizi, in modo tale che sia noi, sia i nostri partner, possiamo ricordarci di te e comprendere i tuoi interessi. Utilizzando il nostro sito web, tu accetti l'utilizzo dei cookie secondo le modalità  descritte nella nostra Cookie Policy.