Notizie

Search Our Site

+39 055 2286370

  • English (UK)
Martedì, 30 Ottobre 2018 07:46

Donne del Vino da tutto il mondo contro il femminicidio

|| || ||

Giugno 2018

Ha ucciso l'ex moglie a colpi di pistola e poi si è tolto la vita. L'episodio oggi alle 10.10 al civico 12 di via Rialto a Udine, nello studio associato dei notai Paolo Alberto Amodio e Tania Andrioli.”

Ecco come un giornale di Udine esordiva quel maledetto giorno d'inizio estate. Un titolo agghiacciante come se ne sono letti tanti in questi ultimi anni. Giudicare o dire altro non c’è bisogno. E’ una piaga che colpisce trasversalmente tutti. Donatella Briosi era una Sommelier, e come tante donne aveva i suoi interessi, il suo lavoro. Era membro dell’Associazione Donne Del Vino.

donatella briosi

Noi della redazione di Italys Finest Wines ci uniamo all’iniziativa che vedono nella convention di Matera le Donne del Vino da tutto il mondo unite contro la violenza sulle donne. Organizzata dalla delegata DDV della Basilicata Carolin Martino e dalla consigliera nazionale Sabrina Soloperto con l’aiuto di Eventi d’Autore per la consegna del premio «Personaggio dell’Anno 2018» a Matilde d’Errico su un tema forte: la violenza contro le donne.

 

Matilde d’Errico
Scrittrice
, giornalista, autrice e conduttrice televisiva da anni impegnata nel contrasto al femminicidio, è un personaggio che può dare quella visibilità maggiore a questo scopo, e sarà proprio Matilde D’Errico a consegnare il denaro che le Donne del Vino hanno raccolto per due associazioni del Friuli Venezia Giulia, regione dove viveva ed è stata uccisa Donatella Briosi, associazioni che lavorano per prevenire gli atti violenti.

Un Forum internazionale di Donne del Vino, con un network che vedrà connesse associazioni simili dall’Argentina, Australia, Croazia, Francia, Germania, Spagna, Svizzera e USA. Una prima convention virtuale quella di Matera, che servirà a tutte per conoscersi e raccontarsi, per poi far seguire un altro importantissimo forum a Milano fissato nel novembre 2019, in occasione di SIMEI, salone delle macchine per l’enologia. Ma sarà quel venerdì 16 novembre a Matera l’evento che segnerà una pietra miliare nella storia dell’enologia.

La convention di Matera avrà anche un momento gioioso per le Donne del Vino che concludono così le celebrazioni del loro trentennale.

La Presidente Donatella Cinelli Colombini dichiara: «L’obiettivo è di fare network fra le associazioni mondiali offrendo maggiori opportunità alla compagine femminile dell’enologia. Un rapporto circolare che ha il fine di diffondere reciprocamente le informazioni sulle attività, favorire stage, scambi di know how e viaggi nelle regioni viticole».

Donatella Cinelli Colombini

E' con la concretezza che reagiscono le donne, e anche le Donne del Vino, in questo caso, facendo seguire i fatti e le azioni con quella passione tipica femminile, che non si arrende difronte alla violenza, e contrasta quell’atteggiamento, oramai divenuto bestiale, che vede le donne penalizzate in ogni campo. Senza vittimismi, semplicemente con la serietà della propria professionalità. Come viene ben descritto nel solo sito ufficiale, alla domanda:

Chi sono le Donne del Vino?


Le Donne del Vino sono un’associazione senza scopi di lucro che intende promuovere la cultura del vino e il ruolo delle donne nella filiera produttiva del vino. Nata nel 1988, conta oggi oltre 800 associate tra produttrici, ristoratrici, enotecarie, sommelier e giornaliste”.

logo

Il nostro sito web utilizza cookie per fornire i servizi, in modo tale che sia noi, sia i nostri partner, possiamo ricordarci di te e comprendere i tuoi interessi. Utilizzando il nostro sito web, tu accetti l'utilizzo dei cookie secondo le modalità  descritte nella nostra Cookie Policy.