Notizie

Search Our Site

+39 055 2286370

  • English (UK)
Martedì, 13 Marzo 2018 12:58

I migliori vini Italiani presenti a ProWein Dusseldorf 2018

|| || ||

ProWein Dusseldorf 2018, si terrà di nuovo nel quartiere fieristico Messe Düsseldorf, non c'è dubbio che PROWEIN è la migliore fiera del vino della Germania Occidentale e non solo. Si esporranno le ultime novità del settore. All’evento saranno presenti più di 780 aziende, 2,500 prodotti, oltre a seminari esclusivi che si terranno ogni ora negli stand dagli espositori. Tantissime cose da assaggiare, le nuove bibite, e più di 400 eventi e aree specifiche e le migliori opzioni gastronomiche per aziende. 

50,000 e oltre visitatori l'anno scorso alla ricerca di due giorni pieni di attività interessanti, un’eccellenza di prodotti e di qualità offerta da professionisti di rilievo. Quest'anno 47 paesi saranno presenti, radunando 4,830 espositori e 49,030 visitatori e specializzati di 100 paesi, visti i numeri è senza dubbio una fiera importante del settore. Non soltanto gli espositori hanno chiesto più spazi, ma anche i produttori di bevande con alcool, che finora non erano inclusi in questa fiera.


Molte delle nostre aziende e associazioni italiane parteciperanno a questa importantissima manifestazione, l'eccellenza italiana non poteva mancare nelle varie Hall. 


Nella Hall 15 stand D81 troverete Poderi Luigi Einaudi per proporre una selezione dei migliori vini con la denominazione "Accademia del Barolo": l’associazione di produttori di Barolo Docg, nata proprio con lo scopo di promuovere questo vino ed il territorio nel mondo. Una storia di famiglia di quattro generazioni quella dei Poderi. Viene racconto che Luigi Einaudi mai mancò a una vendemmia, anche quando per lunghi anni trascorsi a Roma, come governatore della Banca d’Italia, Ministro e Presidente, la sua assenza dall’azienda era impossibilitata. E’ Matteo Sardagna Einaudi oggi alla guida dei Poderi, e ha saputo portare a compimento la visione – così moderna e lungimirante – del fondatore dell’azienda, il suo impegnato per migliorare la qualità dei propri vini, ha contribuito ad affermarne l’identità e l’eccellenza di questa grande storia vinicola del Piemonte e realtà italiana.

Nella Hall 16 stand B27 troverete Velenosi Ascoli Piceno. Un’azienda che coltiva qualcosa come 190 ettari di vigne una produzione di ottimi vini: 50 mila bottiglie di Roggio dei Filari, solo per citare un esempio. Quello di Angela Velenosi, è un lavoro di grande competenza e straordinaria produzione, che dimostrano le virtù della sua regione adottiva (lei è di Teramo) che li rendono tra le realtà importante della regione Marche.

Nella Hall 13 stand C85, l’Associazione Le Donne Del Vino hanno organizzato un appuntamento alle 13, con otto produttrici che partecipano all’incontro, nello stand della Rivista Meininger a orchestrare racconti e degustazione sarà la giornalista Veronika Crecelius, corrispondente per l’Italia di Weinwirtschaft. Otto donne del vino italiane raccontano la loro storia, la loro passione e i loro successi sono: Isabella CollaltoAzienda Conte CollaltoVeneto (Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore docg San Salvatore), Mariateresa De GennaroCantina RossovermiglioCampania (Falanghina del Sannio doc), Valentina Di CamilloTenuta i FauriAbruzzo (Ottobre Rosso 2016, Montepulciano d'Abruzzo doc), Giovanna PaternosterQuarta GenerazioneBasilicata ( Aglianico del Vulture docg 2013), Beatrice Contini BonacossiTenuta di CapezzanaToscana (Ugo Contini Bonacossi 2015), Elizabeth KoenigCastello BanfiToscana (Poggio Alle Mura, Brunello di Montalcino docg 2013), Marilisa AllegriniAllegriniVeneto (Amarone della Valpolicella Classico docg 2013), Silvia GardinaQuota 101Veneto (Fior D’Arancio Colli Euganei docg).

Nella Hall stand A31 la Cantina Vecchia Torre è presente con le sue eccellenze: Barocco Reale barricato Primitivo igp Salento rosso, 50° Anniversario igp Salento rosso, Arneideigp Salento rosso; le riserve: Leverano Riserva DOP ROSSO, Salice Salentino Riserva dop rosso, e con A Passo Lento igp Salento rosso. Un impegno costante e appassionato quello della Cantina Vecchia Torre che 1959, coniuga tradizione e innovazione, arte e scienza, attenzione al territorio e apertura al mondo con una produzione di vini davvero notevole. Una delle più importanti realtà cooperative della Puglia. Tutto questo grazie agli oltre 1.200 soci, che con il loro lavoro, hanno saputo trasformare la piccola cantina in una realtà premiata a livello internazionale per la qualità e l’accessibilità dei suoi vini.

Nella Hall 16 stand E31 troverete il Consorzio di Tutela Morellino di Scansano, per rappresentare al meglio la denominazione, insieme al direttore del Consorzio Alessio Durazzi. Saranno presenti anche sei produttori del territorio con un proprio desk: Cantina del Morellino di Scansano, Motta Alberto, Roccapesta, Frank e Serafico, Pietramora e Villa Patrizia. Oltre ad etichette proposte da 26 cantine di Morellino di Scansano attraverso devustazione che mostrerà il suo potenziale evolutivo.

Nella Hall 13 stand B30, della rivista Vinum spetterà a Christian Eder, storica firma della rivista, d'illustrare le qualità di questa ecceziolnale denominazione ai professionisti partecipanti. In programma anche una masterclass:  “Morellino di Scansano: il Sangiovese della costa Toscana”, con dieci etichette in degustazione, Lunedì 19 marzo alle 14.45.

 

Orari di apertura: tutti i giorni dalle 9 alle 18. 

Biglietto giornaliero: € 50,00
Biglietto giornaliero in prevendita online: € 35,00
Biglietto giornaliero e catalogo in prevendita online: € 53,00
Abbonamento: € 75,00
Abbonamento in prevendita online: € 60,00

Prevendita online:
www.prowein.com/ticket2

logo

Il nostro sito web utilizza cookie per fornire i servizi, in modo tale che sia noi, sia i nostri partner, possiamo ricordarci di te e comprendere i tuoi interessi. Utilizzando il nostro sito web, tu accetti l'utilizzo dei cookie secondo le modalità  descritte nella nostra Cookie Policy.