Notizie

Search Our Site

+39 055 2286370

  • English (UK)
Mercoledì, 28 Giugno 2017 09:24

Situazione Export Vino Italiano

|| || ||

Marilisa Allegrini, ambasciatrice del vino italiano nel mondo, spiega come negli ultimi anni l'export sia rimasta l'unica componente del Pil a sostenere la crescita del nostro Paese.

Un'analisi dei dati e una previsione sulla crescita dell'export del vino italiano nei prossimi anni

La settimana scorsa si è conclusa  la 19esima edizione di Vinexpo, fiera biennale con sede a Bordeaux, tra le più importandi manifestazioni a livello mondiale sul vino. Questa edizione ha visto la partecipazione di 2.350 espositori provenienti da oltre 40 paesi con 48.000 visitatori stimati.

L'Italia, presente con 225 aziende, è la prima nazione estera per numero di espositori, seconda solo ai padroni di casa. Manifestazioni come Vinexpo, il Prowein (il primo per rilevanza) e il nostro stesso Vinitaly sono importanti punti d'incontro con i clienti consolidati ma anche vetrine per acquisire nuovi partner e fidelizzare il consumatore finale. Intanto, visto il successo di questi eventi anche nei mercati asiatici, oltre che europei, qualcuno ha lanciato l'idea che le tre fiere più importanti del settore , Prowein, Vinexpo e Vinitaly, si mettano insieme per una grande manifestazione dedicata al trade in America, dove questa formula ancora non esiste. L'associazione e la collaborazione tra aziende è fondamentale e da' vita a nuovi modelli strategici di business, come il caso di ISWA ( Italian Signature Wines Academy) che raggruppa otto aziende di spicco nel panorama vinicolo italiano. Oltra a condividere spazi espositivi e a scambiarsi opinioni ed informazioni, insieme sono riusciti ad entrare in canali diversi da quelli tradizionali, come il Travel & Retail e l'E-Commerce. I risultati ci sono, anche dovuti al fatto che le aziende in questione vengono percepite come Ambasciatrici delle loro regioni di provenienza e del territorio.

Negli ultimi sei anni l'export italiano si è confermato forza trainante della crescita del nostro Paese e componente fondamentale del Pil. I prodotti agricoli ed alimentari sono quelli che registreranno le migliori performances e la crescita delle loro vendite per l'anno in corso è stimata al 4,8% e al 5% nel triennio successivo, in linea con la crescita media degli scorsi anni. Alla base di questo modello di business, di cui l'Italia detiene il primato mondiale, c'è un rafforzamento e una crescita delle domande da parte dei partner commerciali, ma anche una crescente competitività sul mercato. L'Italia sta producendo prodotti sempre migliori e di qualità che, uniti al potere evocativo che il nostro Paese esercita nell'immaginario comune, lo rendono altamente concorrenziale. 

 

 

logo

Il nostro sito web utilizza cookie per fornire i servizi, in modo tale che sia noi, sia i nostri partner, possiamo ricordarci di te e comprendere i tuoi interessi. Utilizzando il nostro sito web, tu accetti l'utilizzo dei cookie secondo le modalità  descritte nella nostra Cookie Policy.